Tim Cook: l’API di tracciamento dei contatti sarà disponibile dal 28 aprile

Ad

 Il capo dell’industria europea Thierry Breton ha detto mercoledì all’amministratore delegato di Apple Tim Cook di assicurarsi che le app mobili per limitare la diffusione del coronavirus funzionino sui suoi iPhone. Riferisce Reuters.

Thierry Breton dichiara:

“È responsabilità di aziende come Apple fare del proprio meglio per sviluppare soluzioni tecniche adeguate per far funzionare le app nazionali. Il coordinamento con le autorità sanitarie degli Stati membri dell’UE è fondamentale”

I commenti seguono uno spacco tra Apple e il governo francese, che ha richiesto alla società di modificare le impostazioni sulla privacy dei suoi iPhone per farli funzionare con l’app di tracciamento dei contatti pianificata dalla Francia.

iOS impedisce alle app come quella su cui la Francia sta lavorando di utilizzare il Bluetooth in background se i dati raccolti verranno spostati dal dispositivo, questa è una regola progettata per proteggere la privacy degli utenti.

Con questa limitazione, un’app di tracciamento dei contatti è in grado di accedere a Bluetooth solo quando un iPhone è sbloccato e l’app è aperta.

La Francia punta a lanciare un’app di tracciamento dei contatti entro l’11 maggio, ma si trova in difficoltà con le restrizione di Apple.

Tuttavia, Apple sta sviluppando la propria soluzione di localizzazione smartphone basata su Bluetooth per consentire ai governi e alle agenzie sanitarie di ridurre la diffusione del coronavirus proteggendo al contempo la privacy degli utenti.

iGeneration riferisce che Cook ha dato a Breton una data di rilascio per l’API di tracciamento dei contatti durante la chiamata, e sarà il 28 Aprile.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *