Spotify arriva a 130 milioni di abbonati a pagamento

Ad

spoyify

Gli abbonati Premium Spotify hanno raggiunto 130 milioni nel primo trimestre dell’anno, con un aumento del 31% su base annua.

Le entrate sono aumentate del 22%, con entrambe le metriche che hanno superato le aspettative degli analisti. Attualmente il servizio ha più del doppio degli abbonati di Apple Music, fermo a 60 milioni.

Non era chiaro quale impatto il coronavirus potesse avere sulla domanda di servizi di streaming musicale come Spotify e Apple Music.

Un rapporto afferma che con più persone bloccate a casa, la domanda per tutte le forme di intrattenimento in streaming dovrebbe aumentare. 

Un altro afferma che una maggiore disoccupazione e incertezza economica avrebbero probabilmente visto le persone ridotte della spesa discrezionale e che molta musica e ascolto di podcast vengono fatti in movimento, quindi la crisi potrebbe ridurre la domanda.

Comunque sembra che entrambi hanno ragione. Spotify ha dichiarato al WSJ  che le persone hanno annullato l’abbonamento per questo motivo:

La società ha dichiarato che un intervistato sl sei al sondaggio negli Stati Uniti ha citato le ragioni relative a Covid per la cancellazione dei propri conti, con oltre l’80% che indica che è estremamente probabile che rinnovi una volta che la situazione economica migliora.

Nonostante l’incertezza globale intorno a COVID-19 nel primo trimestre, la nostra attività ha soddisfatto o superato le nostre previsioni per tutte le principali metriche”, ha scritto la società nella sua introduzione agli azionisti. “Per il secondo trimestre e per il resto dell’anno, le nostre prospettive per la maggior parte dei nostri indicatori chiave di performance sono rimaste invariate, ad eccezione dei ricavi in ​​cui un rallentamento della pubblicità e significative variazioni dei tassi di cambio stanno avendo un impatto.

Spotify ha recentemente notato che stà ascoltando musica diversa durante questa questa quarantena.

Durante questo periodo, il marchio ha anche notato che le canzoni che gli ascoltatori di Spotify aggiungono alle loro playlist sono più “fredde” – il che significa che sono più acustiche, meno ballabili e hanno meno energia rispetto alle canzoni aggiunte in precedenza. Inoltre, la musica tende ad essere più strumentale, piuttosto che vocali.

Gli abbonati a pagamento Spotify probabilmente non sono così avanti rispetto ad Apple come sembrano. La compagnia di Cupertino riporta i numeri degli abbonati per Apple Music solo quando raggiungono incrementi di 10 milioni, in precedenza riportava 30, 40, 50, e 60 milioni

Da questo, possiamo dedurre che il numero non ha ancora raggiunto i 70 milioni, anche se probabilmente è molto vicino

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *