Ad

Sacconaghi: Apple dovrebbe acquistare DuckDuckGo

DuckDuckGo

Un analista ha un suggerimento su come Apple potrebbe esercitare pressioni su Google: acquisire DuckDuckGo. 

L’analista di Bernstein Toni Sacconaghi afferma che un’acquisizione di DuckDuckGo incentrata sulla privacy consentirebbe ad Apple di esercitare pressioni su Google e sfruttare proficue entrate pubblicitarie.

Secondo Sacconaghi, Apple dovrebbe acquisire DuckDuckGo per circa 1 miliardo di dollari in modo da esercitare maggiore pressione su Google e acquisire le entrate pubblicitarie che provengono dal settore della ricerca. Come riportato da Street Insider , l’acquisizione di DuckDuckGo potrebbe servire da “cavallo da caccia” per fare pressione su Google:ù

Google è chiaramente la forza dominante nella ricerca. Tuttavia, sospettiamo che la paura dell’azienda di “scuotere la barca” – che potrebbe compromettere $15 miliardi di profitti che cattura oggi da iOS – potrebbe in definitiva limitare la sua libertà di azione con Apple. Al contrario, Apple potrebbe trovarsi in una posizione più forte rispetto a prima vista, dato che controlla le chiavi del regno su chi può monetizzare la ricerca iOS. Tuttavia, rimane scomodamente dipendente dal fatto che Bing funga da contrappeso a Google – da qui il nostro suggerimento che Apple acquisisca il proprio motore di ricerca. Infine, Microsoft Bing potrebbe (controintuitivamente) avere il maggior “valore di opzione” rispetto allo status quo, anche se resta da vedere quanto aggressivamente perseguirà questa opportunità.

Attualmente, si ritiene che Google paghi Apple di quasi 10 miliardi di dollari come opzione del motore di ricerca predefinito su iPhone e iPad. Sacconaghi afferma che Google a sua volta genera circa 15 miliardi di dollari di profitti dall’essere il motore di ricerca predefinito, ma avverte che Google potrebbe uscire dall’accordo invece di rinnovarlo.

DuckDuckGo Apple

Detto questo, l’attuale accordo tra Apple e Google conta una parte sostanziale delle entrate dei Servizi Apple ogni anno. Non è chiaro se Apple sarebbe disposta a rinunciare a quel pagamento annuale di 9 miliardidi dollari da parte di Google, e in tal caso dovrebbe avere grandi piani per la monetizzazione di DuckDuckGo.

Un’acquisizione di DuckDuckGo non significherebbe necessariamente che Apple dovrebbe anche cambiare il suo accordo con Google. Al contrario, Apple potrebbe utilizzare la proprietà di DuckDuckGo per fare pressione su Google e modificare i termini dell’accordo.

Cosa ne pensi del suggerimento di Sacconaghi? Pensi che Apple dovrebbe tagliare i legami con Google e acquisire DuckDuckGo? Facci sapere nei commenti!

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *