Ad

MacOS Big Sur 11.2, Apple rimuove l’elenco di esclusione del firewall per l sue app

macOS Big Sur

Lo scorso novembre, a seguito di un arresto anomalo nei server Apple, diversi utenti hanno notato che alcune app sui loro computer impiegavano più tempo del normale per aprirsi. 

Subito dopo, abbiamo appreso che questo era il comportamento normale di Gatekeeper , una funzionalità del Mac progettata per impedire l’esecuzione di software non sicuro. La situazione ha portato alla scoperta che le prestazioni del protocollo di sicurezza potrebbero essere migliori e Apple si è impegnata pubblicamente ad apportare le modifiche e i miglioramenti necessari . Ora con la seconda beta di macOS 11.2 Apple rimuove l’elenco di esclusione del firewall per l sue app.

In macOS Big Sur Apple ha concesso ad alcuni servizi essenziali del sistema stesso la possibilità di connettersi a Internet senza dover passare attraverso i firewall che, come utenti, potremmo installare. L’intenzione di questo progetto era di garantire che l’App Store, FaceTime o il servizio di aggiornamento, ad esempio, avessero sempre accesso ai server per eseguire le loro funzioni, cosa ottenuta con un file chiamato “ContentFilterExclusionList” che conteneva l’elenco dei servizi escluso dalla necessità di passare attraverso il firewall.

L’idea era buona, poter garantire che alcuni servizi di base continuino a funzionare in ogni momento è decisamente positivo . Con un tratto di penna si è risolto che, per errore in qualche configurazione di un’app firewall, potevamo bloccare quelle connessioni in modo indesiderato. E dove era ancora un’idea migliore era contro determinati malware che bloccano gli aggiornamenti di sistema per evitare di essere eliminati.

Privacy

Tuttavia, questo sistema ci ha impedito, in quanto gli utenti, di essere in grado di monitorare il traffico : conoscere i collegamenti, sapendo quanto i dati è destinato per loro, l’IP a cui sono comunicati, ecc. Di fronte a questa situazione, Apple ha deciso di ritirare l’elenco di esclusione. Ciò significa che come utenti abbiamo il pieno controllo su tali connessioni. Un controllo che deve essere esercitato con cautela per garantire il corretto funzionamento delle apparecchiature e che possiamo effettuare con firewall di terze parti come LuLu o Little Snitch.

È chiaro che mantenere la sicurezza di un sistema informatico significa aggiornarlo e migliorarlo continuamente. Alla fine, un buon sistema di sicurezza deve essere bilanciato in termini di usabilità e protezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *