L’UE respinge l’idea di rendere obbligatorio l’app di Tracciamento dei contatti durante i viaggi

Ad

L’Unione europea ha respinto l’idea di rendere obbligatorie le app di tracciamento dei contatti con coronavirus per i viaggi internazionali.

La proposta era una delle numerose possibili misure come modo per consentire alle persone di riprendere l’uso delle compagnie aeree e dei servizi ferroviari internazionali senza il rischio di trasportare il virus tra paesi.

Tuttavia, riferisce Reuters , l’UE afferma che l’ uso volontario delle app di tracciamento dei contatti dovrebbe essere incoraggiato dai governi.

Mercoledì la Commissione europea solleciterà i governi dell’UE a utilizzare le app di tracciamento dei contatti COVID-19 su base volontaria come parte di un pacchetto di misure volte a eliminare le restrizioni alle frontiere ea rilanciare l’industria del turismo e dei viaggi dell’Unione europea.

I paesi si stanno affrettando a sviluppare app di tracciamento mobile, sperando che la tecnologia dello smartphone possa aiutare a riaprire i confini senza scatenare una seconda ondata di pandemia […]

La Commissione, che è l’esecutivo dell’UE, ha cercato di placare tali timori, affermando che l’accesso ai servizi di trasporto non dovrebbe essere soggetto all’utilizzo di tali app.

“La tracciabilità dei contatti e le misure di avvertimento, ad esempio, con l’uso di app mobili, potrebbero essere utilizzate, su base volontaria, dai passeggeri per rilevare e interrompere le catene di infezione e ridurre il rischio di ulteriore trasmissione fintanto che i rischi di trasmissione persistono”, ha affermato un documento della Commissione visto da Reuters.

Alcuni paesi hanno vietato del tutto viaggi in aereo, altri hanno applicato divieti parziali e altri hanno applicato requisiti di quarantena per gli arrivi all’estero.

L’Europa è stata una forte sostenitrice di garantire la compatibilità delle app di tracciamento dei contatti utilizzate in diversi paesi. Ciò richiederebbe uno standard comune, ma ovviamente l’unica cosa che puoi garantire con gli standard sono le proposte concorrenti, e questa non fa eccezione. 

Sono stati sviluppati tre diversi standard possibili:

  • Traccia di prossimità per la tutela della privacy paneuropea (PEPP-PT)
  • Traccia di prossimità decentralizzata per il rispetto della privacy (DP3T)
  • L’API Apple / Google congiunta

Finora, l’API Apple / Google sembra vincere la battaglia, con un numero crescente di paesi europei che la stanno adottando. Persino il Regno Unito, che ha deciso di non applicare nessuno degli standard, sta ora considerando la possibilità di adottare l’API sviluppata dai due giganti della tecnologia.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *