Ad

LinkedIn citato in giudizio dopo essere stato sorpreso a leggere gli appunti degli utenti su iOS 14

LinkedIn ios 14

Di recente LinkedIn è stato sorpreso a leggere gli appunti degli utenti su iPhone e iPad grazie alle nuove funzionalità sulla privacy di iOS 14.

Anche se la società ha affermato che era dovuto a un bug del software, ora c’è un utente iPhone che sta citando in giudizio LinkedIn per aver presumibilmente letto contenuti sensibili dagli appunti senza permesso.

Secondo un Yahoo, Adam Bauer ha intentato una causa dinanzi al tribunale federale di San Francisco sostenendo che LinkedIn raccoglie informazioni personali dagli utenti iPhone e iPad tramite gli appunti del sistema.

Bauer lamenta che LinkedIn potrebbe non solo avere accesso ai dati privati ​​dal dispositivo su cui è installata l’app, ma anche da altri dispositivi vicini come un Mac tramite la funzione Universal Clipboard di Apple.

LinkedIn

La causa legale di class action classifica il problema come una presunta violazione della legge o delle norme sociali ai sensi delle leggi della California. LinkedIn non ha ancora commentato la situazione, ma la società ha dichiarato alcuni giorni fa che l’app per iOS non stava leggendo intenzionalmente gli appunti degli utenti, ma a causa di un bug del software.

iOS 14 e iPadOS 14 introducono una funzione che avvisa gli utenti quando le app accedono ai loro appunti per aiutare ad aumentare la propria privacy. 

Questa particolare funzione degli appunti sta già esponendo il comportamento di alcune app popolari come TikTok, AccuWeather, AliExpress e ora LinkedIn. Anche dopo diversi report sul Web, questa è la prima volta che un utente ha intentato una causa sulla base della nuova funzionalità di privacy di iOS 14 – e l’aggiornamento è stato disponibile per un numero limitato di utenti per sole due settimane.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *