Ad

Le vendite di iPhone sono scese nel Q1 2020 come il resto del mercato

Vendite iPhone Q1 2020

 Secondo i nuovi dati condivisi da Gartner, le vendite di iPhone sono diminuite dell’8,2 % nel primo trimestre del 2020. Apple non è l’unico produttore ad essere stato interessato: il mercato in generale ha subito un declino.

Nel trimestre Apple ha venduto circa 40,92 milioni di smartphone, un calo di 3,7 milioni rispetto ai 44,57 milioni venduti nel primo trimestre del 2019.

Altri produttori di smartphone hanno visto cali molto più marcati nelle vendite. Le vendite di Samsung, ad esempio, sono diminuite del 22,7 per cento e le vendite di Huawei sono diminuite del 27,3 per cento. Xiaomi è stato l’unico produttore di smartphone che ha registrato un leggero aumento delle vendite, con il mercato complessivo degli smartphone in calo del 20,2%.

“La pandemia di coronavirus ha causato il peggior declino del mercato globale degli smartphone”, ha affermato Anshul Gupta, senior analyst di ricerca presso Gartner. “La maggior parte dei principali produttori cinesi e Apple sono stati gravemente colpiti dalle chiusure temporanee delle loro fabbriche in Cina e dalla riduzione della spesa dei consumatori a causa del rifugio globale sul posto”.

All’inizio di febbraio, Apple è stata costretta a chiudere tutti i suoi negozi al dettaglio in Cina e, nel corso dell’anno, il resto dei negozi in tutto il mondo è stato chiuso in mezzo alla pandemia globale.

Vendite smartphone Q1 2020

I negozi in Cina hanno iniziato a riaprire a fine febbraio e, a metà marzo , tutti i punti vendita in Cina erano operativi, giusto in tempo per la chiusura degli altri negozi Apple il 14 marzo.

Apple ha riaperto lentamente i suoi negozi fuori dalla Cina dall’inizio di maggio e mentre non tutte le sedi sono state riaperte, quasi 100 negozi negli Stati Uniti sono aperti per riparazioni e ritiri, oltre a negozi in paesi come Australia , Canada , Italia e Germania.

“Apple ha avuto un forte inizio dell’anno grazie alla sua nuova gamma di prodotti che ha visto un forte slancio a livello globale. Se COVID-19 non si fosse verificato, il venditore avrebbe probabilmente visto le sue vendite” iPhone “raggiungere il livello record nel trimestre. Interruzioni della catena di approvvigionamento e il calo della spesa al consumo ha fermato questa tendenza positiva a febbraio “, ha dichiarato Annette Zimmermann, vicepresidente della ricerca presso Gartner. “La capacità di Apple di servire i clienti attraverso i suoi negozi online e la sua produzione che è tornata ai livelli quasi normali alla fine di marzo ha contribuito a recuperare parte del momentum positivo iniziale”.

Ad aprile, Apple ha condiviso i risultati di utili per il secondo trimestre fiscale del 2020, che corrisponde al primo trimestre dell’anno. Apple ha registrato ricavi per 58,5 miliardi di dollari, in leggero aumento rispetto ai 58 miliardi di dollari di ricavi realizzati nel secondo trimestre fiscale del 2019.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *