Le spedizioni di Mac sono in calo del 20% durante il Q1 2020

Ad

Si stima che le spedizioni di Mac di Apple siano diminuite di oltre il 20% nel primo trimestre del 2020, secondo i nuovi dati condivisi da Canalys. Aziende e fabbriche in tutto il mondo hanno causato “gravi ritardi nella produzione e problemi logistici”, portando a un calo delle spedizioni di PC in tutto il mondo dell’otto percento anno su anno.

I produttori di PC sono rimasti stabili, ma probabilmente hanno perso la loro potenziale crescita a causa dei ritardi nella catena di approvvigionamento causati da COVID-19:

Le classifiche dei principali fornitori sono rimaste stabili, con Lenovo che ha continuato a guidare il mercato dei PC con 12,8 milioni di unità spedite. HP è arrivato secondo con 11,7 milioni di unità, seguito da Dell con 10,5 milioni di unità.

Apple è stato uno dei fornitori più colpiti. Canlays stima che le spedizioni della società sono diminuite di oltre il 21%.  Si tratta di un declino maggiore anno su anno rispetto a quello degli altri cinque principali fornitori, tra cui Lenovo, HP, Dell e Acer.

Canalys osserva inoltre che “molte altre tecnologie domestiche” hanno visto una crescita importante nel passaggio al lavoro e all’apprendimento da casa. Ciò include cuffie, webcam, stampanti e monitor, nonché soluzioni software per il lavoro domestico per collaborazione, desktop virtuali, accesso remoto e sicurezza. Apple, tuttavia, non produce prodotti per molte di queste categorie.

Secondo l’analista di Canalys Ishan Dutt, è improbabile che la domanda dell’industria dei PC rimanga forte come nel primo trimestre.

“Mentre ci spostiamo nel secondo trimestre, i vincoli di produzione in Cina sono diminuiti. È altamente improbabile che si registrino gli stessi risultati durante il resto dell’anno, poichè saranno poche le aziende che acquisteranno nuovi PC per i loro uffici e molte persone hanno appena acquistato nuovi prodotti per le loro case. È iniziata una recessione globale: le imprese falliranno, con milioni di nuovi disoccupati, ed i governi e le grandi società dovranno dare la priorità ad altre spese”.

I dati di Canalys si basano sull’analisi della catena di approvvigionamento e sulle indagini sui consumatori. Apple non segnala vendite di unità per Mac, il che significa che le stime dell’analista non può essere confermata dai dati di vendita specifici.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *