Il fratello di Pablo Escobar fa causa a Apple per 2,6 miliardi di dollari

Ad

Roberto Escobar , fratello del famigerato Pablo Escobar e iniziatore di un progetto di smartphone pieghevole alquanto discutibile, ha appena deciso di affrontare Apple in tribunale con una denuncia da 2,6 miliardi di dollari.

Nonostante il profilo lievemente reclamato del denunciante, il motivo della denuncia sembra abbastanza grave: Roberto Escobar afferma che qualcuno ha violato il suo iPhone X e trovato il suo indirizzo tramite un bug di FaceTime.

A causa di questo presunto difetto, l’indirizzo di Escobar sarebbe stato rivelato e un certo Diego avrebbe approfittato di queste informazioni per creare minacce di disturbo per posta.

A seguito di questo grave incidente, Roberto Escobar è stato costretto a spostare e rafforzare la sua squadra di sicurezza, senza dimenticare lo “stress emotivo” generato dalla situazione.

Ci sono tre cause di azione nel documento che delineano il motivo per cui Roberto Escobar ha citato in giudizio Apple: “Violazione del contratto”, “Rappresentazione errata di negligenza” e “Infliggere negligenza di afflizione emotiva”:

La violazione del contratto si riferisce alla parte della causa in cui Escobar afferma di aver stipulato un accordo orale con Apple, che è stato rotto quando la società non ha “fornito un telefono privo di exploit”. Per questo, Escobar vuole $ 100 milioni.

La falsa dichiarazione di negligenza / negligenza afferma che Apple “ha violato il proprio dovere di diligenza” e “non ha informato” Escobar quando è stato riscontrato l’exploit FaceTime. Vuole $ 500 milioni per questo.

Infine, la Negligent Infliction of Emotional Emotal si concentra attorno ai punti di cui sopra, tra cui “l’umiliazione, l’imbarazzo, lo stress mentale ed emotivo e l’angoscia” (continua così per un po ‘) causati da questa vicenda. E cosa vuole Escobar per questo? 2 miliardi di dollari.

Il tribunale ha già accettato la causa ed ora Apple ha 30 giorni per rispondere.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *