Ad

Il CEO di Spotify si aspetta da Apple maggiore apertura ad app di terze parti

spotify

Il CEO di Spotify, Daniel Ek,  è ottimista sul fatto che Apple aprirà ulteriormente le sue piattaforme ad app di terze parti, così dichiara in un’intervista rilasciata a Bloomberg. Ciò avviene dopo che Spotify ha presentato un reclamo antitrust all’Unione europea l’anno scorso.

“A lungo termine, prevediamo che Apple si apra”, ha dichiarato il CEO di Spotify nell’intervista. “Si sta muovendo nella giusta direzione, ma abbiamo ancora molti, molti passi da fare prima” prima che Apple sia “una piattaforma aperta ed equa”.

Spotify lo scorso anno ha presentato una denuncia contro Apple presso la Commissione europea sull’App Store, affermando che Apple si offre “un vantaggio sleale ad ogni turno”. Apple, ovviamente, ha respinto le accuse di Spotify, dicendo che Spotify vuole “tutti i vantaggi di un’app gratuita senza essere libero”.

Bloomberg ha riferito che Apple sta valutando la possibilità di consentire agli utenti iOS di impostare le applicazioni di terzi come impostazioni predefinite, ma non si sa se questo si estenderà alle app musicali.

Si dice anche che Apple stia aggiungendo servizi musicali di terze parti a HomePod.

Anche nell’intervista di oggi, Ek ha espresso ottimismo riguardo alla possibilità di integrare Spotify con Siri, Apple Watch e Apple TV:

“Siamo molto incoraggiati a essere in grado di utilizzare finalmente Siri come un modo per sviluppare il supporto vocale e per essere disponibili anche per creare prodotti per Apple TV e Apple Watch, cosa che non siamo stati in grado di fare fino a poco tempo fa “.

Infine, Ek ha anche preso un colpo su Apple Music nell’intervista, dicendo che Spotify ha il doppio delle dimensioni del suo concorrente più vicino e ha un impegno tre volte superiore.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *