Ad

I cinturini Apple Watch potrebbero essere utilizzati come pulsanti e feedback tattili

apple watch

Apple ha brevettato l’uso di un inchiostro piezoelettrico che darebbe alle superfici flessibili la capacità di generare piccole vibrazioni quando viene applicata elettricità.

Questo stesso effetto piezoelettrico genererebbe elettricità applicando una pressione sul materiale, rendendolo ideale per interagire con il dispositivo a cui era collegato.

La tecnologia piezoelettrica consente di generare corrente elettrica premendo un materiale o facendo vibrare questo materiale dopo aver applicato una corrente elettrica. I materiali piezoelettrici, ad esempio il quarzo, sono attualmente rigidi e quindi incompatibili con alcuni usi. Il brevetto “Dispositivi elettronici con inchiostro piezoelettrico” che Apple ha appena presentato affronta esattamente questa inflessibilità.

Apple Watch feedback tattili

Utilizzando tracce di elementi piezoelettrici che Apple afferma di essere in grado di dotare determinati elementi delle loro proprietà, il primo menzionato nel brevetto è il cinturino di un Apple Watch.

Apple Watch è progettato per darci un feedback tattile con notifiche o l’uso del dispositivo. Questo feedback proviene dal Taptic Engine , un motore a vibrazione presente nel dispositivo. Apple ha accumulato da tempo diversi brevetti con i quali potrebbe trasferire parte delle funzioni della cassa dell’orologio sui suoi cinturini per ottimizzare lo spazio e il funzionamento. Il brevetto in questione suggerisce che attraverso l’uso di questo inchiostro piezoelettrico i cinturini Apple Watch potrebbero occuparsi di creare il feedback tattile dell’orologio. 

Con questo sistema, sarebbe la cinghia, che ha un contatto con la nostra pelle più vicina, a emettere la vibrazione, una vibrazione che potrebbe anche essere concentrata nella parte interna del polso più sensibile.

tastiera meccanica

Continuando con l’inchiostro piezoelettrico come meccanismo che ci consente di interagire, Apple propone la creazione di una sorta di superficie della tastiera. Utilizzando un sistema di tratti verticali e orizzontali di inchiostro piezoelettrico, il sistema sarebbe in grado di riconoscere dove nel tessuto o nella superficie abbiamo applicato la pressione e agire di conseguenza.

Una tastiera con queste caratteristiche eliminerebbe completamente la necessità di un meccanismo fisico per premere i tasti, aprendo le porte alle tastiere con uno spessore molto più piccolo. Inoltre, lo stesso sistema piezoelettrico sarebbe responsabile dell’offerta di feedback tattile dopo aver premuto i tasti per simulare la digitazione simile a una tastiera meccanica.

Potrebbe essere questo il futuro dei cinturini Apple?

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *