Ad

Futuri AirPods includeranno i “sensori di luce ambientale”

airpods pro

Secondo quanto riferito da un nuovo rapporto, Apple sta cercando di integrare i sensori di luce ambientale in un nuovo modello di AirPods nei prossimi due anni.

Si prevede che Apple includerà i sensori di luce ambientale (ALS) nei dispositivi ‌AirPods di prossima generazione nei prossimi 1-2 anni e la tecnologia ASE di Taiwan potrebbe gestire il processo di backend per il nuovo componente, poiché si è spostato per acquistare più macchine per l’imballaggio.

L’anteprima del rapporto non specifica quale funzione fornirebbero i sensori di luce ambientale, ma è possibile che sostituiscano i sensori ottici che “AirPods” attualmente utilizzano per rilevare quando vengono indossati.

Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui Apple vorrebbe utilizzare un tipo più avanzato di sensore per replicare questa funzionalità esistente. Le fonti di DigiTimes spesso forniscono informazioni affidabili, ma il sito ha una storia mista quando si tratta di interpretare tali informazioni e decifrare accuratamente i piani di Apple. Su tale base, è ipotizzabile che i sensori possano essere correlati a voci di monitoraggio della salute come frequenza cardiaca e / o saturazione di ossigeno nel sangue dall’orecchio.

I pulsossimetri a clip agiscono illuminando la luce rossa e infrarossa attraverso i vasi sanguigni e un rilevatore di luce misura il volume di ossigeno nel sangue in base alla quantità di luce che passa attraverso il dito. Questi sensori possono anche essere utilizzati per misurare la frequenza del polso.

Negli ospedali, i pulsossimetri a clip basati sull’orecchio funzionano secondo lo stesso principio e illuminano la luce attraverso il lobo dell’orecchio. Parte della luce viene assorbita dalla pelle e la parte non assorbita raggiunge il sensore di luce sull’altro lato.

Allo stato attuale , un candidato più probabile per la tecnologia sarebbero gli auricolari orientati al fitness di Apple: Powerbeats Pro sfoggia un design over ear simile ai veri auricolari wireless di Freewavz , che dispongono di pulsossimetri integrati per misurare l’ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca.

power beats

All’inizio dello scorso anno, DigiTimes ha affermato che Apple avrebbe rilasciato “AirPods” di prossima generazione con “funzionalità di monitoraggio della salute” nella prima metà del 2019. Mentre Apple ha lanciato “AirPods” di seconda generazione a marzo 2019, i sistemi di monitoraggio della salute erano chiaramente assenti.

DigiTimes riceve un’ondata di dati dalla catena di approvvigionamento asiatica, alcuni dei quali afferma che riguardano prototipi o prodotti di test che non arrivano mai sul mercato o cambiano in modo significativo prima del lancio, alterandone la precisione. Dato questo avvertimento, è possibile che Apple abbia trattenuto le funzionalità di monitoraggio dello stato per un futuro modello AirPods‌. Sappiamo sicuramente che Apple ha esplorato come potrebbe incorporare le funzionalità di monitoraggio della salute nei futuri intoAirPods‌.

Un brevetto Apple descrive un sistema di monitoraggio del fitness basato su auricolari che integra un sensore biometrico avanzato in grado di rilevare metriche fisiologiche tra cui temperatura, frequenza cardiaca, livelli di sudorazione e altro, attraverso il contatto con la pelle e tramite sensori di movimento integrati.

Il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue è utile per misurare la forma fisica e il recupero, ma può anche rivelare condizioni di salute come l’apnea notturna e altri problemi. Si prevede che Apple attiverà la funzione in un futuro modello di Apple Watch e il CEO Tim Cook ha messo in evidenza l’interesse di Apple per la salute come uno degli obiettivi principali che potrebbe finire per essere “il più grande contributo di Apple all’umanità”.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *