Ad

Covid-19: Apple e Google rafforzano la privacy

Apple e Google hanno rivelato una serie di modifiche alla loro prossima iniziativa di tracciamento dei contatti COVID-19 con particolare attenzione e accuratezza della privacy.

Riassunto delle modifiche:

  • Apple e Google ora parlano di “tracciabilità dei contatti” come “notifica di esposizione”, che, secondo le aziende, descrive meglio le funzionalità della loro prossima API. Il sistema ha lo scopo di informare una persona di una potenziale esposizione a un’altra persona infetta dal coronavirus.

  • Le chiavi verranno ora generate in modo casuale anziché derivate da una chiave di tracciamento temporanea, il che renderà più difficile per qualcuno indovinare come le chiavi vengono derivate e utilizzare queste informazioni per provare a rintracciare le persone.

  • I metadati Bluetooth saranno crittografati, il che renderà più difficile qualsiasi tentativo di utilizzare queste informazioni per identificare una persona.

  • Il tempo di esposizione verrà registrato a intervalli di cinque minuti, il tempo di esposizione massimo riportato sarà limitato a 30 minuti.

  • L’API includerà informazioni sul livello di intensità del segnale Bluetooth nei dati scambiati tra gli smartphone. Può essere utilizzato insieme a RSSI (Indicatore di potenza del segnale ricevuto) per stimare in modo più preciso la distanza tra due telefoni quando viene stabilito un contatto Apple e Google consentiranno agli sviluppatori di specificare la potenza del segnale e le soglie di durata per l’esposizione.

  • L’API consentirà ora di determinare il numero di giorni trascorsi dall’ultimo evento di esposizione al fine di determinare meglio le misure che l’utente dovrà adottare successivamente.

  • L’algoritmo di crittografia API cambia da HMAC a AES. Molti dispositivi dispongono di hardware integrato per accelerare la crittografia AES, quindi questa modifica dovrebbe migliorare le prestazioni e l’efficienza.

Altre modifiche alle API potrebbero avvenire in futuro, in base al feedback dei governi e delle autorità sanitarie pubbliche

I rappresentanti di Apple e Google hanno sottolineato che il tracciamento dei contatti è solo una parte della soluzione per la pandemia di coronavirus. Non bisognerà abbassare la guardia e bisognerà rispettare sempre le norme segnalate dal governo.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *