Ad

Cosa aspettarsi dalla tecnologia mini-LED di Apple

macbook

Apple ha in programma di introdurre display mini-LED in gran parte della sua gamma di prodotti, aggiungendo la tecnologia ai notebook Mac e iPad.

Cos’è il Mini-LED?

I pannelli LCD utilizzati da Apple utilizzano LED o diodi emettitori di luce all’interno per scopi di retroilluminazione di display. I mini-LED, come suggerisce il nome, sono diodi più piccoli inferiori a 0,2 mm.

Rispetto a un LCD tradizionale, una luce a pannello con mini-LED utilizza molti più LED, il che significa che ci sono più zone scure con cui lavorare. Un display tradizionale potrebbe utilizzare centinaia di LED, ma un display mini-LED potrebbe avere più di mille. Si vocifera che Apple stia esplorando display mini-LED che utilizzano 10.000 LED, ciascuno inferiore a 200 micron.

Miglioramenti del mini-LED

Poiché ci sono più LED e più zone scure, i display mini-LED possono offrire neri più profondicolori più luminosi e più ricchi e un migliore contrasto perché c’è un maggiore controllo su ciò che viene visualizzato sullo schermo con così tanti LED.

L’analista di Apple Ming-Chi Kuo ha anche affermato che la transizione di Apple al mini-LED consentirà di progettare prodotti più sottili e leggeri che offrono molti degli stessi vantaggi di OLED. I mini-LED sono vicini ai neri profondi e al migliore HDR fornito da OLED, ma senza problemi di burn-in o degrado.

Gli LCD retroilluminati a LED sono molto più efficienti dal punto di vista energetico rispetto all’illuminazione fluorescente a catodo freddo utilizzata in passato per i pannelli LCD e gli LCD mini-LED avranno ulteriori incrementi di efficienza energetica.

Mini-LED vs Micro-LED vs OLED

Sebbene i nomi siano simili, ci sono notevoli differenze tra i display micro-LED e mini-LED. Il mini-LED è lo stesso della retroilluminazione a LED utilizzata oggi ma con molti più LED per più zone di oscuramento, mentre il micro-LED è simile all’OLED con pixel autoemissivi che possono essere illuminati indipendentemente.

Apple sta lavorando anche alla tecnologia micro-LED, ma il mini-LED arriverà prima su iPad e Mac perché la tecnologia micro-LED è molto costosa in questo momento.

OLED sta per diodo organico a emissione di luce e, in un display OLED, ogni pixel o subpixel si illumina singolarmente in un colore o interruttori specifici quando viene applicata o disattivata l’alimentazione, consentendo i neri più profondi e il miglior contrasto, mentre il micro-LED è simile, ma è realizzato con un materiale inorganico che non si decompone velocemente come OLED.

OLED è superiore alla tecnologia mini-LED perché produce un’illuminazione più uniforme senza gruppi di pixel coinvolti, ma si ritiene che il micro-LED sia superiore a OLED perché può offrire livelli di luminosità più elevati e non ci sono problemi che possono portare alla bruciatura dello schermo nel tempo o la diminuzione di luminosità.

Apple utilizza i display OLED nei suoi iPhone, ma si è anche dimostrata una tecnologia troppo costosa per essere utilizzata per i display più grandi di Mac e iPad. Apple potrebbe avere in programma di saltare tutti non installare mai i display OLED nei suoi Mac e iPad, passando dalla tecnologia mini-LED a quella micro-LED alla fine.

Prodotti previsti per il display mini-LED

Secondo Kuo, Apple sta lavorando a ben 6 prodotti che utilizzano la tecnologia mini-LED. Ecco dove possiamo aspettarci di vedere la tecnologia mini-LED implementata nel prossimo anno o due:

  • MacBook Pro da 16 pollici
  • MacBook Pro da 14,1 pollici
  • IPad Pro da 12,9 pollici
  • iMac Pro da 27 pollici
  • iPad low cost
  • iPad mini

Sulla base di indiscrezioni, sembra che il piano finale di Apple sia quello di passare gran parte della sua gamma di iPad e Mac alla tecnologia mini-LED. La gamma MacBook Pro, l’iPad Pro e l’iMac Pro potrebbero essere alcuni dei primi prodotti ad ottenere display mini-LED.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *