Controlli di temperatura negli Apple Store in Germania potrebbero violare la privacy

Ad

Apple ha iniziato a riaprire i suoi negozi al dettaglio in tutto il mondo e sta adottando molteplici misure per garantire che i clienti e il personale continuino a rimanere al sicuro durante la crisi sanitaria globale.

Una di queste misure include i controlli di temperatura per i clienti prima che possano entrare in uno dei negozi Apple utilizzando un termometro frontale senza contatto.

Un’agenzia di protezione dei dati nello stato tedesco dell’Assia teme che i controlli di temperatura di Apple sui clienti violino le norme sulla privacy dell’Unione europea e ha lanciato un sondaggio.

L’agenzia di protezione dei dati dell’Assia sta lavorando con altre autorità tedesche per la protezione dei dati, secondo un portavoce del Commissario per la protezione dei dati dell’Assia. 

Non ci sono ancora risultati dalla sonda, che mira a determinare se i controlli di temperatura violano le norme sulla protezione dei dati.

Apple ha iniziato a riaprire i negozi al dettaglio in Germania l’11 maggio, con particolare attenzione al servizio e supporto Genius Bar.

La società  richiede controlli della temperatura e limita il numero di clienti che possono essere nel negozio in una sola volta per garantire un’adeguata distanza sociale.

I 15 negozi in Germania stanno attualmente operando a orari ridotti per il momento, con Apple che implementa misure aggiuntive come garantire che le interazioni tra dipendente / cliente avvengano sui tavoli e l’aggiunta di un sistema di ritrasmissione per consegnare prodotti per impedire ai dipendenti di spostarsi nel negozio.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *