Apple sta migliorando Siri per comprendere meglio le persone con disturbi del linguaggio

hey Siri

Secondo il Wall Street Journal, Apple sta lavorando come migliorare Siri per capire meglio le persone con disturbi del linguaggio, nello specifico chi affetto da balbuzie.

Apple ha creato una banca di 28.000 clip audio da podcast con persone affette da questo disturbo, così da poter utilizzare questi dati per addestrare ‌Siri‌.

Secondo un portavoce di Apple, questa formazione dell’assistente consentirà a Siri di riconoscere più accuratamente le richieste fatte. Un aumento del riconoscimento vocale che si accompagna alla funzione “Hold to speak” che ci permette di tenere premuto il tasto Siri sui nostri dispositivi durante una lunga richiesta o con pause per evitare che un certo silenzio faccia capire all’assistente che abbiamo finito di parlare.

Una funzione che è stata implementata nel 2015 che facilita davvero l’utilizzo dell’assistente in determinate situazioni e mostra il particolare interesse dell’azienda nel facilitare l’accesso a dispositivi e servizi per tutti gli utenti allo stesso modo.

Siri

Apple pubblicherà le procedure del piano di miglioramento di Siri in un documento di ricerca tra pochi giorni e descriverà nel dettaglio i processi che l’azienda sta portando avanti per migliorare l’assistente.

Google e Amazon stanno anche lavorando per migliorare i propri assistenti digitali a comprendere meglio tutti gli utenti, compresi quelli che hanno problemi ad usare la propria voce. Google sta raccogliendo dati vocali atipici e Amazon a dicembre ha lanciato il Fondo Alexa per consentire alle persone con disturbi del linguaggio di allenare un algoritmo a riconoscere i loro modelli vocali unici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *