Apple chiarisce i dubbi sulla recente vulnerabilità di Mail

Ad

La società ZecOps ha annunciato un paio di giorni fa di aver scoperto due difetti di sicurezza precedentemente sconosciuti che interessano l’app Mail per iOS.

La sua vulnerabilità secondo chi la scoperto, che è possibile accedere in remoto al file system di un iPhone o iPad. Ora Apple ha risposto e chiarito i dubbi sulla situazione.

La storia di questa vulnerabilità risale al 19 febbraio, quando ZecOps ha segnalato un comportamento anomalo dell’app Mail e, successivamente, il 31 marzo, la società ha informato Apple di una seconda vulnerabilità.

Il 20 aprile, ZecOps lo ha riferito ad Apple Apple, e ora la società di Cupertino ha risposto pubblicamente:

Apple prende molto sul serio tutte le segnalazioni di minacce alla sicurezza. Abbiamo esaminato a fondo il rapporto dello sperimentatore e, sulla base delle informazioni fornite, abbiamo concluso che questi errori non rappresentano un rischio immediato per i nostri utenti. Il ricercatore ha identificato tre problemi in Mail, ma da soli non sono sufficienti per aggirare le protezioni di sicurezza di iPhone e iPad.

Questi potenziali problemi verranno risolti in un aggiornamento software che verrà rilasciato presto. Apprezziamo la vostra collaborazione con i ricercatori della sicurezza per aiutare a proteggere i nostri utenti e ricompenseremo il ricercatore per il loro aiuto.

In altre circostanze, le azioni di Apple di fronte a un difetto di sicurezza occasionale sono state estremamente veloci , quindi il fatto che ora possiamo aspettare un aggiornamento imminente rafforza il messaggio di Apple: è un difetto di sicurezza, ma insufficiente a comprometterne la sicurezza. del dispositivo.

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *